L’orto del notabile

Nel piccolo comune di Marentino, adagiato sui dolci pendii della collina torinese, non si possono non visitare il palazzo e l’orto di Casa Zuccala, una casa-museo che, nella bella stagione, ogni domenica apre le sue porte agli appassionati di arte e di verde. Si tratta, infatti, di una dimora storica del Seicento, ampliata e restaurata nei secoli successivi, nella quale sono custoditi, con passione filologica, mobili e arredi piemontesi tra il Seicento e il Novecento.

Casa Zuccala di Marentino

Casa Zuccala di Marentino

Un orto di Casa Zuccala

Un orto di Casa Zuccala

Laura, affabile e colta proprietaria, illustra, stanza per stanza, il pregio e il significato storico e artistico di ogni elemento. Da tutti gli angoli della casa promana il fascino delle cose amate attraverso il Tempo perché tramandate di famiglia in famiglia, di generazione in generazione.

La finestra della sala da pranzo occhieggia l'orto

La finestra della sala da pranzo occhieggia l’orto

Di non minore fascino sono i giardini che circondano il palazzo, scrigni di sorprendenti curiosità, come le basi di antichi giochi di piazza realizzate nel giardino dei Tavolieri o come gli orti, vere e proprie collezioni di piante aromatiche disposte con rigore scientifico e coreografica eleganza.

Orto e giardino di casa Zuccala - Particolare

Orto e giardino di casa Zuccala – Particolare

I giardini di casa Zuccala ospitano decine di varietà di salvie, artemisie, viti storiche, peperoni e peperoncini (dal classico capsicum annuum delle cucine nostrane al velenoso “Trinidad Scorpion”, utilizzato per le armi a spray), piante esotiche (zenzero, curcuma, caffè, erba santa, cardamomo, tè), lavande, rosmarini, basilici e mente.

Varietà di Menta

Varietà di Menta

Varietà di Menta

Varietà di Menta

In questo contesto raffinato e suggestivo, lo scorso 28 luglio, in collaborazione, tra l’altro, con il Museo della Menta di Pancalieri, si è svolta la manifestazione “Profumi di Menta”, mostra-mercato dedicata a questa sublime pianta, che porta il nome della ninfa cantata da Ovidio nelle sue Metamorfosi, simbolo della meraviglia che può racchiudersi in una forma insignificante.

Mostra mercato della Menta

Mostra mercato della Menta