L’isola di Wight e Osborne House

Per raggiungere l’ isola di Wight, il blog-trotter di Curiosando in Giardino deve attraversare due volte la Manica: una per raggiungere il Sussex e l’Hampshire e l’altra per traghettarsi da Southampton sino a East Cowes, il porto più a nord dell’isola. A ben pensarci, ciò che per gli abitanti dell’ isola di Wight è “terraferma”, è a sua volta un’isola. La fatica del viaggio per raggiungere “l’isola dell’isola” è subito ben ripagata.

isola di Wight

Una vegetazione folta e selvaggia di faggi, querce e conifere, con il suo colore verde cupo, incornicia sapientemente le ariose distese di campi coltivati, accese di giallo paglierino o di verde brillante, spesso puntinate da miriadi di morbide pecore e placide vacche, fissate lì, sui dolci pendii delle colline, dal pennello di un pittore che, con minuziosa ricerca estetica, non ha lasciato nulla al caso.

isola di Wight

Molte cose stupiscono di quest’isola, che sembra essere stata plasmata da una poesia di Wordsworth. Innanzitutto balza all’occhio la commistione tra la campagna e il mare, tra il mondo dei pescatori e quello degli agricoltori. Il verde intenso dei prati arriva a toccare il mare e si confonde con esso.

isola di Wight

E sembra pure incredibile il fatto che, nonostante il clima molto “britannico” (le nuvole non mancano mai!), certe piante, che noi consideriamo stagionali (soprattutto nel nord Italia), siano invece perenni: prova ne sia che ci si può imbattere in vere e proprie pareti di Pelargonium Peltatum (il classico geranio rampicante), che evidentemente non sono cresciute nel giro di una sola estate.

isola di Wight

Dietro una quinta di bosco si apre il cancello di Osborne House: un sontuoso castello nel quale la regina Vittoria e il suo amatissimo marito Albert amavano trascorrere le estati con i loro nove figli.

isola di Wight

La grande proprietà, oggi pubblica, digrada per oltre un chilometro sino a bordo mare.

isola di Wight

Giardini all’italiana con fiori, statue e fontane descrivono il gusto dei nobili precedenti proprietari.

isola di Wight

A sorpresa, si trovano molte piante mediterranee, come la salvia splendente che decora le aiuole della terrazza alta.

Isola di Wight

Il mirto (Myrtus communis) è un’altra delle piante mediterranee che si trovano a Osborne House: si narra che la nonna del principe Albert ne diede un mazzolino alla regina Vittoria e che lei lo piantò a Osborne House: da allora, un rametto di mirto viene sempre inviato da questo giardino alle spose reali (per scoprire alcuni deliziosi aneddoti sulle piante di Osborne House, oltre che per approfondire le conoscenze scientifico-botaniche su questo meraviglioso e complesso giardino, consiglio di leggere “Horticultural Diary on Osborne House” di Giulio Veronese).

isola di Wight

Il cammino sino alla spiaggia è scandito da numerosissimi esemplari di alberi pluricentenari, ciascuno dei quali è un monumento a sé stante.

isola di Wight isola di Wight

Querce, sequoie, platani, tigli, cedri, carpini, faggi raccontano con poderosa autorevolezza la storia affascinante di un intero habitat.

isola di Wight isola di Wight

Accanto allo “chalet svizzero” (la “casetta dei giochi” della prole reale), un orto in piena regola – con fagiolini, zucchine, peperoni, lattuga e pomodori – assume esso stesso un’allure da “giardino all’italiana”.

isola di Wight isola di Wight isola di Wight

Un impertinente e vezzoso scoiattolo rosso, approfittando della condiscedenza dei clienti del delizioso cake shop nascosto tra le piante, reclama un po’ di cibo, nonostante l’aspetto di chi è satollo.

isola di Wight

Il rodhodendron walk riesce ad essere spettacolare anche in estate, quando ormai la fioritura dei rododendri è un ricordo. Gli arbusti creano dei veri e propri muri di lucido fogliame alti anche più di tre metri.

isola di Wight

La spiaggia è un sottile labbro di sabbia che si è creato faticosamente uno spazio tra le fredde acque della Manica e il bosco lussureggiante di Osborne House.

isola di Wight

Il viale che collega la spiaggia al castello ospita, in due file parallele, grandi vasi lignei a pianta quadrata con arbusti modellati in forme geometriche che offrono un curioso ma elegante contrasto con la vegetazione spontanea circostante.

isola di Wight

Quando arrivo al Walled Garden mi rendo conto che si tratta di un’area circondata da alte mura in mattoncini che ospita un rigoglioso orto.

isola di Wight

Su un lato della recinzione poggia una serra, la Iron House, dedicata alla coltivazione di piante dal Sud America e dall’Africa.

isola di Wight

Armoniose strutture in ferro, che fungono da spalliera per rampicanti decorative o alberi da frutto, delineano le iniziali dei nomi di Victoria e Albert.

isola di Wight

Questo dettaglio ci ricorda che un tempo questa fu la casa di una famiglia felice, dove alcuni bambini giocavano spensieratamente godendo appieno della loro infanzia, mentre le brutture del mondo restavano confinate fuori dalla magica isola di Wight.

isola di Wight