I tulipani di Messer Tulipano

E’ meraviglioso fuggire dalla città per qualche ora un venerdì mattina di aprile, quando tutto il resto del mondo è al lavoro o a scuola, e arrivare a Pralormo, nell’antico parco del castello medievale, dove, come ogni anno, si svolge “Messer Tulipano”, l’evento più colorato della primavera piemontese: una fioritura di decine di migliaia di tulipani e di narcisi, suddivisi per sfumature cromatiche in enormi, caleidoscopiche macchie che fluiscono sensuali, con le loro morbide curve, tra querce, cedri, tigli e aceri secolari, nell’immenso prato, come un inesauribile fiume di gaiezza, senza sorgente e senza foce.

I tulipani di messer tulipanoI tulipani di messer tulipanoI tulipani di messer tulipano

“Lustrati gli occhi anche per me”, mi scrive un’amica. E’ vero: lo sguardo resta abbacinato di fronte a una simile esplosione di fioritura, che si svela d’improvviso al visitatore poco oltre il muro di cinta della proprietà. E’ una sorprendente tavolozza di colori, alla cui intensità gli occhi non sono preparati, soprattutto se si proviene dal breve camminamento immerso nel verde cupo e ombroso del bosco selvatico che circonda la recinzione.

I tulipani di messer tulipano

I tulipani di messer tulipano

I tulipani di messer tulipano

Alla vista di questo prodigio della Natura, non stupisce che da quattrocentoventi anni gli Europei non abbiano mai smesso di amare i tulipani (il primo tulipano in Europa fu piantato nei giardini botanici di Leiden nell’autunno del 1593 e fiorì, esattamente 420 anni fa, nella primavera del 1594: si veda l’articolo pubblicato nel settembre 2013 su questo blog “Buon compleanno, signor Tulipano”).

I tulipani di messer tulipano

Il percorso prosegue nell’orangerie del castello, dove è allestita una mostra di giardini in miniatura, vero e proprio esercizio di fantasia artistica coniugata all’amore per il verde.

I tulipani di messer tulipano

I tulipani di messer tulipano

I tulipani di messer tulipano

 

I tulipani di messer tulipano

I tulipani di messer tulipano

L’interno dell’edificio ospita una pregevole esposizione di “giardini da tavola”, tanto in voga nel Settecento. Si tratta di composizioni di piccoli contenitori e statuine, normalmente in vetro o in ceramica, destinati a decorare un desco particolarmente raffinato.

I tulipani di messer tulipano

Tornato nel parco, incontro un’oca che passeggia indisturbata, inconsapevole della bellezza circostante e della propria stessa bellezza e forse per tale ragione così serenamente indifferente alla fugacità di questo momento, che io cerco, quasi con cupidigia, di immortalare nella mente e nelle fotografie.

I tulipani di messer tulipano

Perché “fotografare è trattenere il respiro quando le nostre facoltà convergono per captare la realtà fugace; a questo punto l’immagine catturata diviene una grande gioia fisica e intellettuale” (Henri Cartier-Bresson).

I tulipani di messer tulipano